CALVI RISORTA. Al via i corsi completamente gratuiti di lingua italiana, araba e fula

“l’obiettivo primario del laboratorio è quello di creare integrazione attraverso lo scambio linguistico”.

di Daniele Palazzo

Stanno per scadere i termini per la presentazione delle domande di partecipazione ai corsi, totalmente gratuiti, di lingua di italiana, araba e fula, che, organizzati dallo staff di vertice dell’Associazione culturale “Piccola Libreria 80 mq”, di Calvi Risorta, hanno potuto vedere la luce grazie ai fondi dell’Otto per Mille di pertinenza della Chiesa Valdese. Oltre al termine ultimo per la presentazione delle istanze relative alla terna di corsi in parola, che, in programma nei giorni di lunedì e mercoledì, tra le ore 20.00 e le ore 22.00, prevede anche la fornitura, anche questa a titolo gratuito, di ogni tipologia di materiale attinente all’iniziativa de qui, gli interessati possono far capo alle utenze, di telefonia mobile, 3388374156(Mariarosaria) e 3895336872(Valentina), nonché al sito web www.piccolalibreria80mq e alla pagina facebook del sodalizio promotore. Dunque, dopo la manifestazione d’esordio, dedicata al magico mondo delle percussioni africane ed europee, prosegue il più che lodevole impegno dei giovani calvesi. Sulle ali del sano entusiasmo e del sobrio ardore di quanti sanno e ne sono consapevoli che, pur nel loro piccolo, stanno scrivendo una pagina di assoluto valore sulla via dell’integrazione e dell’accoglienza di chi, bianco, nero, rosso, paonazzo che sia, eccoci alla seconda uscita della kermesse, il cui laboratorio, per quanto concerne il nostro idioma nazionale, è affidato alla bravura delle docenti Mariarosaria e Valentina Mingione e, per quello che, invece, riguarda l’arabo e il fula, agli altrettanto bravi Abdu Karim Andow e Yankuba Sanneh. “A quanto si evince scorrendo l’articolato comunicato di presentazione della più che lodevole iniziativa, l’obiettivo primario del laboratorio in oggetto è quello di creare integrazione attraverso lo scambio linguistico. La circostanza anche sulla base dell’antico adagio popolare che recita: ‘Imparate una nuova lingua e avrete una nuova anima’. Il nostro auspicio, prosegue il documento fatto circolare dal gruppo di lavoro del soggetto sociale di Calvi Risorta, è che il laboratorio possa arricchirci culturalmente, ma anche umanamente, allargando le nostre vedute e facendoci conoscere nuovi e più ampi e promettenti disegni culturali. Con la speranza che l’avviata operazione di scambio ci faccia andare oltre i pregiudizi e il timore del “diverso”.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu