PIEDIMONTE MATESE / TEANO / CASERTA. Pd, inizia l’era Cimmino: l’ex sindaco di San Tammaro eletto coordinatore provinciale. In direzione Piero Cappello e Fernado Catarcio: Alife latitante.

Oliviero piazza i suoi: Moretta vicesegretario ed un componente anche da Piedimonte Matese, Catarcio. La Sgambato si consola con la presidenza, Insero da Caiazzo in commissione garanzia, mentre tra i delegati nazionali la mozione di Zingaretti segretario è quella più corposa.

L’ex sindaco di San Tammaro Emiddio Cimmino è stato eletto coordinatore provinciale del Partito democratico nel corso dell’ultima assemblea provinciale del partito. Inizia dunque l’era dell’ex consigliere provinciale, che in Terra di Lavoro intente partire con validi collaboratori, strutturali sul territorio. Come presidente, difatti, è stata scelta Camilla Sgambato, moglie del noto avvocato penalista Giuseppe Stellato (lei deputata nella legislatura Renzi, lui già candidato alla presidenza della provincia casertana contro Zinzi). La Sgambato è stata preferita alla sannicolase Lucia Esposito , in un primo momento designata per quell’incarico. Come vicesegretari sono stati scelti due consiglieri provinciali: il capogruppo Marco Villano e Pinuccio Moretta da Marcianise (un nome di Gennaro Oliviero: difatti in Provincia è stato eletto nella sua lista civica). Per la commissione di garanzia presidente designato è Ubaldo Greco, con Paolo Bottigliero, Raffaele Di Lauro, Speranza Belardo ed Amedeo Insero, da Caiazzo, mentre tesoriere è stato confermato Peppe Scialla. Nella direzione provinciale entrano ben 50 componenti: Patrizia Aversano Stabile, Rosy Caparco da Calvi Risorta, Annamaria Dell’Aprovitola, sindaco di Carinaro, Vincenzo Dell’Aversaba, Dimitri Russo, Antimo Dell’Omo, Pietro Ferrara, Francesco Gatto, Marilù Iaderosa Massaro, Gerardo Ennio Natale, Rachele Serao, Michele Vitale, Cira Napoletano, Claudia Frisoni, Marco Oliva, Piero Cappello, fratello dell’ex sindaco di Piedimonte Matese, Vincenzo (oltrechè assessore proprio al comune matesino con primo cittadino il medico Pasquale Musto) e già presidente dell’ASI industriale Caserta; ancora, Aniello Amoroso, Giusy Nuzzo, Francesco Fiore, Giuseppe Ponticorvo, Carlo Fusco, Anna Fucile, Daniela Buscetto, Maurizio Capitelli, Laura Treviso, Teresa Cerchiello, Pasquale Picierno da Teano, voluto dall’europarlamentare Pina Picierno, Achille Cennami, Raffaele Di Lauro, Fernando Catarcio, ex socialista che da Piedimonte Matese è molto vicino alle posizioni del consigliere regionale Gennaro Oliviero; Basilio Vernile, Mario Troiano, Martino Valiante, Giuseppe Mangiacapre, Alessandro Landolfi, Felice Di Matteo, Paolo Falco, Luca Mozzillo, J Andres Di Lucchio, Amalia Iannone, Rosaria Pentella, Franca Cinotti, Maria Canzano, Tullio Di Caprio, Lina Fusco, Veronica Felaco, Eugenia D’Angelo, Giuseppina Pirozzi, Lidia Leardi. Ecco invece i delegati alla convenzione nazionale che rappresenteranno Caserta: per la mozione Zingaretti scelti Massimo Schiavone, Franca Cinotti, Giuseppe Oliviero, Rosaria Pentella, Fernando Spagnuolo; per quella Martina Luigi Coscia, Martina De Angelis, Daniele Abbate, mentre per quella Giachetti Vincenzo Pascale.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu