Caserta / Provincia / Verso le Regionali 2020. Campania record negativo di contagiati, Caldoro: “De Luca continua a fare campagna elettorale sulla pandemia invece di affrontare i problemi”.

“Abbiamo investito – come sapete – 25 milioni per due ospedali COVID inutilizzabili e speriamo mai da utilizzare. E oggi arriviamo in ritardo”.

“Oggi è stata una giornata delicata per la Campania. Purtroppo ci ha consegnato il record (negativo) sui contagiati da Coronavirus: una brutta notizia. Mi è dispiaciuto leggere la rivendicazione sul dato da parte del Presidente della Regione, perché si continua a fare campagna elettorale sulla pandemia, invece di affrontare i problemi – scrive Stefano Caldoro, candidato alla presidenza della Regione Campania per la coalizione di centro destra. “Come sapete, ho criticato la gestione del Coronavirus da parte di De Luca, in particolare per la insufficienza di tamponi. Spesso in solitudine. Quando le cose andavano bene, grazie al senso di responsabilità dei cittadini, De Luca se ne prendeva il merito. Adesso che le cose purtroppo vanno male, la colpa è degli altri, del Governo, dei cittadini che hanno fatto le vacanze fuori Regione (come lo stesso De Luca, d’altronde). Mi pare un atteggiamento un po’ misero, figlio di un cinismo che non mi appartiene: i cittadini non vanno presi in giro. Una delle cose che meno mi piace fare è dire “Ve lo avevo detto”. Purtroppo questa volta mi tocca. Per mesi ho ripetuto in solitudine che la Campania non investiva in prevenzione. Che eravamo in coda per numero di tamponi. Abbiamo investito – come sapete – 25 milioni per due ospedali COVID inutilizzabili e speriamo mai da utilizzare. E oggi arriviamo in ritardo. Vedete, quello che ho detto mesi fa è la ricetta che oggi viene sostenuta da tutti: il Governo affida al Prof. Crisanti un piano per arrivare a 300.000 tamponi al giorno, mentre De Luca promette che farà più tamponi, ma oggi – per esempio – ne abbiamo fatti la metà del Lazio, che ha la nostra stessa popolazione. E Parigi annuncia tamponi di massa per “tutti”. Ovviamente solo i tamponi non bastano, ma sono la base per una vera prevenzione. E invece chi oggi guida la Regione ha scelto di farne pochi per nascondere i numeri e andare in TV a fare il fenomeno da baraccone. Un comportamento davvero triste. In questa situazione difficile, tra pochi giorni dovrebbero riaprire le scuole. De Luca vuole rinviare la riapertura a dopo il voto, per ovvi calcoli elettorali: sempre e solo cinismo. Il Governo e la Regione non hanno messo in campo un piano per la ripresa dell’anno scolastico: pensiamo solo al discorso dei trasporti scolastici, che già erano deficitari prima della pandemia. Sulla scuola il Governo e la Regione hanno fatto un disastro denunciato da tutti i sindacati, dai presidi e dalle stesse famiglie. Ho chiesto il Commissario per la pandemia, perché vedo un Presidente di regione poco attento alla salute dei campani e tutto preso solo dalla campagna elettorale. L’ho fatto perché ho sempre messo i cittadini, la Campania e le istituzioni prima dell’interesse personale. Come ben sapete, le sceneggiate e gli insulti non mi appartengono per stile personale, cultura e storia politica”.

Stampa

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu