Caserta / S. Maria C.V. Lady Cosentino condannata a due anni e 4 mesi per corruzione: la moglie dell’ex sottosegretario Nicola Cosentino faceva arrivare di tutto a suo marito quando era in carcere.

nicola cosentino maria espositoDolci, mozzarella, capi di abbigliamento, un Ipod al carcerato illustre Nicola Cosentino, in cambio di soldi e posti di lavoro: queste le risultanze delle indagini che avrebbero incastrato lady Cosentino.

Concluso il processo con rito abbreviato che vedeva coinvolta Marisa Esposito, consorte dell’ex sottosegretario all’economia del Governo Berlusconi, Nicola Cosentino, già coordinatore regionale di Forza Italia. La signora Esposito è stata condannata a 2 anni e 4 mesi di reclusione per corruzione. Ad essere stato condannato è stato anche il fratello, Giuseppe Esposito, che si è beccato 3 anni e 2 mesi di reclusione. 4 anni e 8 mesi, invece, alla guardia penitenziaria, Umberto Vitale. I tre si sarebbero accordati per fare in modo che il carcerato illustre, Cosentino, avesse una detenzione ricca di confort, mentre era rinchiuso nel carcere di Secondigliano. Ad incastrare la Esposito una telefonata intercettata dai carabinieri di Caserta, tra lei ed il fratello. chiave anche la figura del fratello della Esposito, Giuseppe, colui che materialmente avrebbe corrotto la guardia penitenziaria.

Stampa

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu