Cosentino trasferito dal carcere di Secondigliano ad un penitenziario fuori città.

Cosentino 004

L’ex sottosegretario Nicola Cosentino è stato trasferito dal carcere di Secondigliano di Napoli, dove era detenuto, in un penitenziario al di fuori della Campania. Il provvedimento è stato adottato in seguito a una perquisizione della cella disposta nello scorso fine settimana dal pm Fabrizio Vanorio e dal procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli. Un agente penitenziario risulta indagato. Intanto ieri si è consumato uno scontro in aula tra accusa e difesa di Nicola Cosentino, durante il processo che vede imputato l’ex sottosegretario del Pdl per concorso esterno associazione mafiosa. Il contrasto tra il pm Alessandro Milita e il legale Agostino De Caro riguarda la vicenda Impregeco, la società creata nel 2002 dai consorzi Napoli1, Napoli3 e Caserta4 e che, secondo l’accusa, doveva servire nelle intenzioni dell’ex politico a gestire l’emergenza rifiuti al posto della Fibe nel caso di rescissione del contratto che quest’ultima aveva con il Commissariato allora guidato dal Governatore Antonio Bassolino.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu