Frasso Telesino. Omicidio del pastore Matarazzo, indagato il papà della 15enne che si tolse la vita: si tratta di Lucio Iorillo, 58enne operaio della Comunità Montana del Taburno.

L’uomo è stato rimesso in libertà lo scorso 6 settembre dopo che aveva ottenuto gli arresti domiciliari.

Per l’omicidio del 45enne pastore di Frasso Telesino, Giuseppe Matarazzo spunta un indagato: si tratta di Lucio Iorillo, 58 anni, operaio della Comunità Montana del Taburno, papà della ragazza suicidatasi. L’uomo è stato ammazzato nel luglio scorso con due colpi di pistola, dopo mese dall’uscita dal carcere dopo aver scontato una condanna a 11 anni e 6 mesi perchè riconosciuto responsabile di abusi su una 15enne che poi, nel gennaio del 2008, aveva deciso di suicidarsi impiccandosi ad un albero. Lucio Iorillo è stato rimesso in libertà lo scorso 6 settembre dopo aver ottenuto i domiciliari. Ora il suo compare nell’avviso che il sostituto procuratore ha provveduto ad inviare per gli accertamenti tecnici irripetibili che inizieranno il prossimo 18 settembre presso il Ris di Roma. Un atto dovuto per consentire la nomina di un consulente che partecipi alle operazioni, notificato alle parti interessate: le parti offese, ovverosia i familiari della vittima e l’indagato stesso. L’attenzione dei militari del Ris sarà riservata all’analisi di alcuni reperti biologici rinvenuti la sera del delitto: due cicche di sigarette, un sassolino ed un rametto sul quale potrebbero essersi tracce di sostanze ematica e di saliva.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu