LETINO. La bella notizia!!! Negativi anche gli ultimi tamponi effettuati: il paese si avvia alla normalità. Il sindaco Orsi chiarisce…

“Oggi si dovrebbe concludere la “zona rossa” ma attendiamo fiduciosi gli ultimi casi. In base agli esiti di questi e se verrà considerata la situazione sotto controllo, allora in tutta sicurezza si potrà avere questo sblocco”.

“Mi è stato anticipato telefonicamente, anche se siamo ancora in attesa della conferma ufficiale, che i risultati degli ultimi tamponi effettuati alla popolazione, quelli di domenica scorsa 17 maggio, sono tutti negativi, quindi positivi non ce ne sono stati”. Un giovane sindaco sempre più apprezzato per la decisione coraggiosa di aver voluto comunque sottoporre a verifica, attraverso i test rapidi, la sua cittadinanza, o almeno le categorie considerate più a rischio, senza attendere la comunicazione dell’Asl, annuncia soddisfatto la notizia, che dovrebbe portare anche a liberare il paese dal blocco di “zona rossa”: “Oggi 20 maggio si dovrebbe concludere questo provvedimento ma attendiamo fiduciosi gli ultimi casi – ci conferma direttamente, qui con più cautela, il primo cittadino Pasquale Orsi. Poi, in base agli esiti di questi e se verrà considerata la situazione sotto controllo, allora in tutta sicurezza si potrà avere questo sblocco”. Situazione, dunque, che sembra essere più incoraggiante quella che si va delineando a Letino, piccolo centro sul massiccio montuoso del Matese che si è ritrovato isolato poichè dichiarato, su indicazioni del governatore della Campania Vincenzo De Luca, “zona rossa” almeno fino al 20 maggio dall’Unità di Crisi della Regione Campania che ne ha disposto. pertanto, la messa in quarantena immediata di tutti i residenti. Mentre sono arrivati i primi risultati dei tamponi, almeno quelli effettuati sulla popolazione residente nella giornata di sabato 16 maggio 2020, la prima oggetto di rilevamento, ad oggi si attende, ma solo l’ufficialità, gli esiti di quelli somministrati nella seconda giornata di indagine, quella di domenica 17 maggio. “Adesso stiamo analizzando quelle persone poste in quarantena, almeno da una settimana, da giovedì scorso in particolare, e solo almeno 30 casi – precisa stamane la fascia tricolore. Tra questi 30 sono compresi i 10 cittadini che hanno già fatto il tampone e che sono stati già dichiarati positivi, ma poi vi sono anche i familiari di quest’ultimi e coloro che in qualche modo hanno avuto con loro contatti stretti. Quindi ancora gli ultimi casi che in questi giorni sono emersi”. Questo, comunque, il risultato allo stato attuale: tutti i tamponi sono risultati negativi tranne uno, “ma si tratta di un caso già comunicato in precedenza – ha confermato il sindaco – con 12 casi di positività. L’unico caso di positività alla prima rilevazione della giornata di sabato, 16 maggio, lo abbiamo appurato solo domenica sera. Si è proceduto con i tamponi a tutti ed analisi sierologiche: ne sono stati effettuati su 350 cittadini residenti nella sola giornata di sabato, mentre solo tampone al resto della popolazione nella giornata di domenica. Pertanto, allo stato attuale, tutti i cittadini sono stati esaminati: 680 persone che abitano in paese, ma senza considerare quelli che vivono fuori. Dai tamponi sono stati esclusi i bambini piccoli o le persone anziane che sono allettate, vivono pertanto nella propria abitazione senza uscire di casa. Nella rilevazione non sono state conteggiate le persone per le quali già è stata disposta la quarantena: per loro, e parliamo di circa 30 cittadini, i tamponi saranno effettuati direttamente a casa propria”.

Stampa
Lascia un commento comment1 commento
  1. maggio 20, 14:55 Mario Bruzzano

    Soddisfatto nell’apprendere la notizia anche non ufficiale,si attende per l’ufficialità Auguri alla Comunità

    reply Reply this comment
mode_editLascia un commento

menu
menu