Maddaloni. MOC gratuita il 20 aprile alla Casa di Cura “San Michele”: la Clinica aderisce al (H)Open Week promossa dall’Osservatorio sulla salute della donna.

maddaloni-san-michele-medici-f-frasso-b-di-marcoNon è la prima volta che la Clinica maddalonese mette a disposizione la propria struttura e i propri clinici per avvicinare le donne e informarle sugli eventuali percorsi di diagnosi e cura più appropriati.

di Mary Attento

Giovedì 20 aprile ogni donna può effettuare gratuitamente la MOC con consulenza medica, previa prenotazione, presso la “San Michele” di Maddaloni (Caserta). La Casa di Cura partecipa infatti alla seconda edizione nazionale del (H)Open Week, con l’obiettivo di promuovere l’informazione e i servizi per la prevenzione e la cura delle principali patologie femminili.  Dal 18 al 24 aprile porte aperte in tutta Italia nei 155 ospedali con i Bollini Rosa, grazie all’iniziativa promossa da Onda (Osservatorio nazionale sulla salute della donna), con il patrocinio di 22 Società scientifiche e la collaborazione di Federfarma, in occasione della seconda Giornata nazionale della salute della donna che si celebra il 22 aprile. I servizi offerti sono consultabili dal 3 aprile sul sito www.bollinirosa.it con indicazioni su date, orari e modalità di prenotazione. Selezionando la Regione e la Provincia è possibile visualizzare anche la Casa di cura “San Michele” che, per sensibilizzare le donne alla cura della propria salute, ha aderito con entusiasmo – grazie alla disponibilità del dr. Rosario Frasso e di Biagio Di Marco – all’evento permettendo di prenotare per il 20 aprile visite ed esami gratuiti per la MOC. La Mineralometria Ossea Computerizzata (MOC) è una tecnica diagnostica che, misurando la densità della massa ossea, può rilevare un’eventuale degenerazione dell’osso; e quindi contribuire a prevenire, diagnosticare o controllare l’evoluzione dell’osteoporosi. Non è invasiva ed è indolore. Non è la prima volta che la Clinica maddalonese, accreditata con il Servizio Sanitario Nazionale, mette a disposizione la propria struttura e i propri clinici per avvicinare le donne e informarle sugli eventuali percorsi di diagnosi e cura più appropriati. Proprio per la particolare attenzione alla salute femminile ha ricevuto i Bollini Rosa per tre bienni consecutivi (2011, 2013 e 2015), consegnati a Roma nel corso di una cerimonia ufficiale a Palazzo Chigi.

Stampa

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu