Morcone. Minacce a mediatore culturale per falsificare presenze in centro migranti: 4 indagati.

Concorso in truffa per conseguire erogazioni pubbliche, ma anche falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico e minacce per costringere taluno a commettere un reato: 4 persone colpite da provvedimento dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria. L’ordinanza è scaturita dalle indagini che hanno preso il via a seguito delle dichiarazioni di un mediatore culturale che collabora presso un centro di accoglienza migranti di Morcone il quale “veniva ripetutamente costretto ad attestare falsamente, altrimenti licenziato, la presenza di un numero di stranieri non corrispondente a quelli effettivi, al fine di conseguire indebitamente la cifra prevista per ciascun migrante, calcolata per ogni ospite sulle “effettive presenze giornaliere”, nonostante per i periodi di riferimento le presenze effettive fossero inferiori a quelle falsamente attestate”. L’uomo darebbe stato costretto per mesi a sottoscrivere falsamente fogli di firma da depositare all’Ufficio Territoriale del Governo di Benevento, ma alla fine ha avuto il coraggio di denunciare il tutto. Le indagini sono continuate attraverso l’esame della documentazione sequestrata, tra cui i tabulati telefonici delle utenze in possesso dei migranti, trovando riscontro nelle dichiarazioni rese, e confermando un quadro indiziario a carico dei quattro indagati.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu