Paupisi. L’Autovelox lungo la S.S. 372 “Telesina” porta nelle casse del Comune 300mila euro in soli sei mesi: cifra otto volte superiore al Comune di Benevento.

telesina paupisi nuovo autovelox 002Eppure il Sindaco Antonio Coletta continua a parlare di discrepanza tra gli incassi effettivi e totale delle ammende: “In media abbiamo ricorsi tra il 35 e il 40% sul totale dei verbali. Per quanto concerne gli incassi, la cifra scende anche al 50%”.

Ammonterebbero ad oltre 300mila euro le somme introitate, e solo nei primi sei mesi di questo 2016, dal piccolo centro sannita a seguito delle sanzioni amministrative, ammende ed oblazioni inflitte agli automobilisti: naturalmente questi incassi provengono quasi interamente da infrazioni elevate lungo la Strada Statale 372 “Telesina” (nella foto, una delle postazioni autovelox), ben nota agli automobilisti viste le continue cartelle che vengono notificate al domicilio dei proprietari dei veicoli da anni, ormai. La conferma arriva dal Siope, il sistema informativo delle operazioni degli Enti pubblici di rilevazione telematica degli incassi e dei pagamenti effettuati dai tesorieri di tutte le amministrazioni pubbliche, e che nasce dalla collaborazione tra la Ragioneria Generale dello Stato, la Banca d’Italia e l’Istat. Dato ancora più sconcertante se lo si paragone al molto più ampio Comune di Benevento, che si è fermato a “soli” 40.326 euro di incassi da contravvenzioni. Eppure il Sindaco di Paupisi, Antonio Coletta, continua a parlare di discrepanza tra gli incassi effettivi e il totale delle ammende: “In media abbiamo ricorsi tra il 35 e il 40% sul totale dei verbali. Per quanto concerne gli incassi, la cifra scende anche al 50%”.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu