Pesco Sannita. Zoo Maitine, snobbato dai politici locali, salvo grazie ai commercianti: e il Movimento Animalista ringrazia.

Attività commerciali “che hanno contribuito al sostegno nonostante i tempi e la sfiducia sfiducia, nei vostri confronti, di qualche politico locale che era certo che nessun aiuto sarebbe giunto”.

Una richiesta di aiuto era arrivata dallo Zoo delle Maitine (sede Pesco Sannita) che, nel periodo di maggiore difficoltà dovuto alle restrizione della pandemia ancora in corso, aveva avuto grosse difficoltà nel mantenere i tanti animali che lo popolano. Ed ora che gli aiuti sono arrivati, “ci preme ringraziare – annunciano in una nota il Movimento Animalista di Benevento i commercianti che hanno supportato la nostra raccolta per tutto il tempo necessario: “Passion Fruit” di A. Pisano, “Peppe e Lucia, frutta e verdura”, Enrico Barletta dell’omonimo Iperstore ed Antonio, il responsabile del reparto ortofrutta, Vincenzo Minicozzi di Agrisemi Minicozzi per la donazione di cereali ed infine tutti coloro che, in un modo o nell’altro, hanno portato un aiuto, anche piccolo, alla struttura. Un ringraziamento particolare va alle attività commerciali che hanno contribuito al sostegno dello Zoo nonostante i tempi e nonostante la sfiducia, nei vostri confronti, di qualche politico locale che era certo o quasi che nessun aiuto sarebbe giunto perché, cito testualmente, “chiedere oggi ai commercianti la vedo dura nonostante i tempi”. Eppure a questi “personaggi politici” non avevamo chiesto nulla di eccezionale se non un piccolo gesto, viste le posizioni ricoperte, per aiutare ed incentivare sia i privati cittadini che le attività, a sostenere lo Zoo con delle piccole donazioni. Ed era proprio questa la richiesta: non immensi sacrifici dei singoli ma un piccolo gesto da parte di tanti che avrebbe potuto fare la grande differenza, come in tutte le cose. Se fosse possibile vorremmo ringraziarvi tutti singolarmente per la sensibilità mostrata ma consci dell’impossibilità della cosa, sappiate che Voi siete riusciti laddove altri, anche dai nomi blasonati, con una scusa qualunque, hanno glissato le richieste o addirittura ignorato, come se dall’altra parte ci fossero dei fessi del tutto inconsapevoli della realtà sannita e dei suoi aspetti socio economici nonché politici. Ed a tal proposito, ribadiamo che i politicanti tutti, li aspetteremo al varco, alle prossime elezioni, quando si camufferanno tutti da animalisti ed ambientalisti – qualcuno più “furbo” degli altri si è già anticipato con iniziativi “goliardiche” ma non di certo utili in modo serio e concreto alla fauna ed alla flora che da tempo popolano sia la Città che l’intera Provincia – , a voi cari signori e signore, abbiamo riservato le migliori sorprese. Infine o quasi, al netto delle polemiche che ogni volta accompagnano la questione degli zoo e semplicemente usando il buon senso, auguriamo allo struttura dello Zoo delle Maitine di riprendere le normali attività e chiediamo a tutto il resto della popolazione sannita di contribuire alla riuscita di detta impresa in un modo molto pratico: andate a Pesco e visitate la struttura. Prima che qualche integralista “talebano” possa replicare con la solita manfrina – conclude il Movimento Animalista – ricordiamo che almeno per quel che riguarda la struttura sita nella nostra provincia, nessuno degli animali è stato rapito dallo stato brado, che non sempre è possibile riportarli nel proprio habitat (es. dopo detenzione illecita da parte di qualche delinquente nonché idiota e o intere esistenze passate nella “carcerazione” dei circhi, etc) sia per evitare il peggio agli stessi animali che purtroppo non sarebbero in grado di sopravvivere in natura e sia perché il reinserimento ha dei costi, di tempo, di logistica e di denaro, che non possono essere sostenuti da molti. A questo va aggiunto che tutti o quasi gli Zoo contribuiscono economicamente, almeno pre pandemia, a supportare enti ed associazioni alla tutela delle specie, per cui evitiamo le discussioni utopistiche e badiamo al sodo, altrimenti fingiamo che la deforestazione, il bracconaggio, lo sfruttamento delle risorse naturali, etc, non esistano e lanciamoci in arditi voli polemici senza senso e senza logica”.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu