PIEDIMONTE MATESE / ALVIGNANO. Sannio Alifano, maggioranza dei consiglieri pronti alla sfiducia: stamane la conferma con Zannini.

Un attaccamento alla poltrona messo davanti agli interessi del territorio e degli utenti – consorziati, che ha frenato anche le attività amministrative dell’Ente.

Un attaccamento alla poltrona messo davanti agli interessi del territorio e degli utenti – consorziati, che ha frenato anche le attività amministrative dell’Ente: questo, in estrema sintesi, il resoconto dell’incontro tenuto stamane in un noto locale di Alvignano, dove la maggioranza dei componenti il Consiglio generale del Consorzio di Bonifica si è detta pronta a sfiduciare, in una preannunciata assise infuocata prevista per domani sera, lunedì 31 maggio alle ore 18:30 presso la sede dell’Ente in Piedimonte Matese, il presidente in carica (Alfonso Santagata di Alife, ndr), mai eletto democraticamente ma solo designato a tale carica in virtù di una norma regionale recepita dallo Statuto consortile. Al cospetto del consigliere regionale Giovanni Zannini diversi amministratori locali, a parlare di problematiche del territorio e di rilancio di diverse strutture. Ma al centro dell’attenzione col Presidente della Commissione Regionale Ambiente e Territorio vi è stata la futura governance del Sannio Alifano, che dovrà farsi carico delle diverse, tante problematiche lasciate in sospeso dalla ultima gestione che, a detta di tutti, è stata a dir poco fallimentare. Consiglieri presenti che prenderanno parte domani sera ad un’Assise plenaria forti di un documento (con la firma di ben 20 eletti) protocollato all’Ente di Viale della Libertà, un autentico atto di sfiducia che ha trovato daccordo anche componenti la Deputazione amministrativa e parte della Coldiretti stessa, organismo che è stato tra i principali artefici della vittoria cinque anni orsono della lista “Terra e Acqua” di cui lo stesso presidente facenti funzioni ne faceva parte. Ratificare dei tre nuovi membri nominati dalla Provincia, quindi elezione del nuovo presidente, approvazione del Bilancio di previsione 2021 e POV, Piano del personale (ex pianta organica), i punti di discussione.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu