PIEDIMONTE MATESE. Consorzio Bonifica, inizia l’era Della Rocca: una larghissima maggioranza a suo sostegno. Simonelli nominato vice. VIDEO.

Assente l’ex presidente solo nominato ma mai eletto, poi sfiduciato, Alfonso Santagata. “Se blocco le assunzioni noi andremo a sbattere e me ne guardo bene da questa cosa – chiaro il neo presidente Della Rocca. “Finalmente abbiamo un Presidente democraticamente eletto e che rappresenta con grande dignità ed autorevolezza il nostro Consorzio – il saluto dell’ex vice presidente, Bergamin.

Inizia l’era Della Rocca, con un ritrovato entusiasmo al Sannio Alifano, che si era smarrito da tempo ma che ora è di buon auspicio per il futuro. Un futuro che vedrà il Consorzio di Bonifica sostenuto da una maggioranza solida (ben 27 i presenti al Consiglio Generale di ieri sera: tra le assenza, quella dell’ex presidente solo nominato ma mai eletto, quindi sfiduciato, Alfonso Santagata da Alife). Non si sono presentati neppure Emilio Del Giudice, Paolo Grandene, Antonietta Russo, Immacolata Maria Sarracco e Ferdinando Zanfagna (oltre a Francesco D’Anna, delegato della Provincia di Avellino). Presenti, invece, Luigi Bergamin, Stefano Ciervo, Franco Della Rocca, Silvio Di Lonardo, Maddalena Di Muccio, Massimiliano Durante, Filippo Farina, Salvatore Foglia, Luigi Giannotta, Diamante Ingrossi, Massimo Landino, Francesco Angelo Marcucci, Antonio Pacelli, Michele Renzo, Pasquale Resso, Ugo Romano, Pietro Squeglia, Alfonso Simonelli e Giuseppe Simonelli (per la Provincia di Caserta i delegati Agostino Navarra, Alberto Pacelli e Teodolinda Stocchetti; per quella di Avellino Michele Buonfiglio e Antonio Macario; per quella di Benevento Carmine Battaglino, Biagio D’Agostino e Gianmaria Pacelli). Questi i punti che erano all’Ordine del giorno: l’esame ed approvazione del nuovo POV, il Piano di organizzazione variabile (ex Pianta organica): approvato; quindi, la nomina del secondo membro supplente del Collegio dei Revisori dei Conti: il punto viene rinviato al prossimo consiglio. Ancora, l’autorizzazione alla stipula di un mutuo che, nonostante in Assise viene presentata una relazione dei Revisori dei conti favorevole in tal senso, il presidente Della Rocca è fermo sull’argomento: “io ho chiesto di non aumentare i ruoli a carico dei consorziati, anzi; inoltre questo mutuo blocca le assunzioni al Consorzio per 5 anni. Mi preoccupa – ha continuato il neo Presidente dell’esecutivo – che la nostra pianta organica è scarsa, servono delle figure necessariamente: se blocco le assunzioni noi andremo a sbattere e me ne guardo bene da questa cosa. Anzi, io mi impegno a dare maggiore servizio all’utenza, quindi se diversi nostri dipendenti andranno in pensione e blocchiamo le assunzioni, che servizio noi diamo?”. Alla fine il punto non passa a larghissima maggioranza, con solo alcuni consiglieri astenuti e nonostante sull’argomento ci sia stato l’intervento in aula, favorevole, del direttore generale, Massimo Natalizio. Altri punti discussi la convocazione dell’Assemblea dei Consorziati per le prossime elezioni, la nomina del nuovo componente la Deputazione amministrativa, la presa d’atto della nota dell’ex Vice Presidente Luigi Bergamin ed, infine, l’elezione del nuovo Vice Presidente. Entra nell’esecutivo dell’Ente di Viale della Libertà a Piedimonte Matese il consigliere di Alvignano, Pietro Squeglia, mentre in Deputazione scatta Alfonso Simonelli da Alife, nominato anche Vice Presidente. Prenderà il posto proprio dell’altro alifano Luigi Bergamin, che solo qualche giorno fa aveva, in tal senso, rimesso la carica: “lascio la Vice Presidenza dell’Ente con la consapevolezza che tale importante incarico, di qui a poco, sarà conferita a persona degna e capace, come del resto lo sono tutti i componenti di questo consesso che, nel lontano 2 febbraio 2017, mi attribuì tale onere ed importante onore, con democratica ed unanime adesione – ha sottolineato il medico di Alife, dimostratosi uomo delle istituzioni. Ora lo posso fare perchè finalmente abbiamo un Presidente democraticamente eletto e che rappresenta con grande dignità ed autorevolezza il nostro Consorzio. Grazie, dunque, a tutti voi, come al personale dipendente, per la stima che mi avete sempre dimostrato con grande affetto e sincera disponibilità. Continuerò dai banchi del Consiglio dei Delegati a dare il mio contributo all’Ente nelle forme che risulteranno compatibili con gli ideali per me irrinunciabili di coerenza, trasparenza e rigore morale. Come per tutti voi il Consorzio e il suo futuro restano, per me, una priorità fondamentale e non nascondo che l’esperienza vissuta ha lasciato in me una traccia indelebile. Per questo continuerò a collaborare sui temi che mi sono vicini perchè credo fermamente che è fondamentale assicurare l’impegno di ciascuno di noi a favore del nostro Consorzio che sta vivendo, oggi, una nuova stagione. Lo farò perchè l’impegno assunto con i consorziati non finisce quando si lascia l’incarico prestigioso ricevuto, anzi forse proprio da quel momento si può ricominciare a scrivere una nuova, lunga e più incisiva pagina. Lo faremo insieme – assicura Bergamin – con la consueta lealtà e reciproco rispetto, sapendo di dover lavorare per quanti dovranno un giorno raccogliere il nostro testimone ed assicurare un nuovo e più radioso futuro per le nostre comunità. Grazie di cuore.”

VIDEO – Presidente Franco Della Rocca

VIDEO 1 – Vice Presidente Alfonso Simonelli

VIDEO 2 – Vice Presidente Alfonso Simonelli

VIDEO 3 – Vice Presidente Alfonso Simonelli

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu