PIEDIMONTE MATESE. “Il Chirurgo nel III millennio” a cura di Gianfausto Iarrobino: specializzazione, innovazione e tecnologia.

Il primario della Chirurgia neo nominato direttore sanitario del nosocomio matesino: ed anche l’assessore regionale Nicola Caputo lo preferisce a Santagata di Alife.

Ecco il prossimo impegno di Gianfausto Iarrobino, medico 63enne residente a Caserta, è stato di recente nominato nuovo direttore sanitario dell’ospedale “Ave Gratia Plena” di Piedimonte Matese, succedendo così a Diego Colaccio, medico di Tora e Piccilli collocato in stato di pensionamento. “Il Chirurgo nel III millennio” sarà l’appuntamento del prossimo 4 ottobre presso il Gran Hotel Vanvitelli di Caserta. Per la corsa alla direzione sanitaria del nosocomio matesino vi era anche Alfonso Santagata di Alife, ma alla fine l’ha spuntata proprio il primario del reparto di chirurgia, consigliere comunale uscente al Comune di Caserta ed uomo di fiducia di Nicola Caputo, che è stato preferito per le sue capacità e competenze anche dall’assessore regionale. Iarrobino, che giova ricordarlo sarà solo un referente e la cui nomina è solo a titolo temporaneo, si avvarrà della collaborazione della dr.ssa Verrillo, originaria di Santa Maria C.V, che già collaborava col precedente direttore Colaccio. Dal 1 dicembre 2018 Direttore dell’U.O.C. Chirurgia Generale presso l‘Ospedale “Ave Gratia Plena” di Piedimonte Matese, dopo un’esperienza quale dirigente medico presso l’Ospedale “G. Moscati” Aversa- ASL Caserta, Chirurgia Generale e D’Urgenza, Iarrobino è stato in servizio anche presso l’ Azienda Ospedaliera “S. Anna e S. Sebastiano” di Caserta, in particolare nel Dipartimento Chirurgia a Bassa Invasività, al Dipartimento Emergenza Accettazione DEA, presso l’U.O. Chirurgia D’Urgenza dello stesso nosocomio. Laurea i medicina presso l’Università degli Studi di Napoli I Facoltà, con Scuola di Specializzazione in “Chirurgia D’Urgenza”, nella sua tesi di laurea ha discusso de “ Le lesioni traumatiche del duodeno’’. Diversi i corsi di formazione ed approfondimento al suo attivo.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu