PIEDIMONTE MATESE. Piano vaccinale ultra 80enni, Oliviero chiede il supporto dei medici di base: “ultimo e talvolta unico livello di comunicazione efficace e di raccordo con la platea di utenza”.

Una rilevazione dei bisogni e trasformazione in disposizioni procedurali affidate ai medici di famiglia, cioè con chi ha il polso ed il controllo della situazione complessiva dell’anziano”.

Piano vaccinale per gli ultra 80enni, il presidente del Consiglio Regionale chiede il supporto dei medici di base. Con una nota inviata alla Direzione Generale per la tutela della salute, Oliviero sottolinea come, con le registrazioni alla piattaforma telematica, emergono difficoltà operative per gli anziani della Regione. “Considerato che al momento dell’adesione è necessario essere dotati di un indirizzo email e di un recapito cellulare (da verificare poi tramite un codice inviato via sms) che saranno utilizzati per la convocazione e la comunicazione d’ufficio, si evidenzia che, tali procedure di prenotazione e comunicazione, oltre che da strumenti telematici, per chi ne è capace e ne ha dotazione, siano assegnate alla medicina di base, ultimo e talvolta unico livello di comunicazione efficace e di raccordo con la platea di utenza”. L’esponente del Pd evidenzia anche la problematica degli anziani allettati ed intrasportabili che ricevono la convocazione presso le strutture territoriali di vaccinazioni e la necessità di rimodulare le richieste in domiciliari: “accade che coniugi siano convocati in orari diversi e non in sequenza il che incide sui tempi vita delle famiglie, dovendosi organizzare il trasporto attraverso la disponibilità di congiunti o personale disponibile all’accompagnamento”. Per tali livelli di disagi e per quanti altri potranno emergere dalla attivazione delle linee vaccinali, Oliviero chiede a tale Direzione di effettuare: “una rilevazione dei bisogni ed una pronta trasformazione in disposizioni procedurali che, per essere rapide e percepite, vanno dunque affidate e scambiate proprio con i medici di famiglia, cioè con chi ha il polso ed il controllo della situazione complessiva dell’anziano”

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu