PIEDIMONTE MATESE. Polemiche per gli operai morti al cantiere aperto presso la Chiesa di Santa Maria Maggiore: scatta l’indagine della Procura, già acquisiti gli atti.

piedimonte matese chiesa santa maria maggiore operai Atzeni TammaroCausa anche il vento forte, le impalcature che si stavano montando sono andate giù, e con esse i due operai che erano al lavoro in quale momento, che purtroppo hanno perso la vita (nella foto, a sx Antonio Atzeni, ed a dx Albino Tammaro).

Dal Comune di Piedimonte Matese arriva la conferma: è scattata l’inchiesta da parte della Procura delle Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere per il grave sinistro accorso ieri al cantiere che si stava allestendo nei pressi della Chiesa di Santa Maria Maggiore, nella zona “vecchia” di Piedimonte Matese, sinistro che purtroppo ha portato alla morte di due operai intenti al montaggio delle impalcature. L’ufficio tecnico comunale di Piedimonte Matese aveva indicato, alla Diocesi di Alife – Caiazzo, la chiusura di quel cantiere, quindi la conseguente sospensione dei lavori per irregolarità da sanare a breve, giacché pare fossero state rilevate delle irregolarità nella proceduta di affidamento dei lavori stessi. Le indagini, immediatamente partite, hanno fatto scattare un blitz delle forze dell’ordine, che si sono recate in Comune a Piedimonte Matese, in particolare presso l’Ufficio tecnico, per acquisire tutta la documentazione relativa al cantiere e l’eventuale sospensione adottata per lo stesso. Ad evidenziare le irregolarità pare siano state proprio dei rilievi mossi dalla Soprintendenza in fatto di restauri alle opere d’arte, quindi alle Chiese. Sotto osservazione i tecnici che farebbero parte del completamento dei lavori stessi: Cristina Volpe, dell’Ufficio tecnico comunale, ma anche Linda Petrella, Livio Di Buccio e Gaetano D’Alessio di Alvignano.

piedimonte matese santa maria maggiore tragedia 004piedimonte matese santa maria maggiore tragedia 003

Stampa

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu