PIETRAMELARA. “Non toccatemi il futuro”, il brano del giovane musicista Antonello Musto.

pietramelara antonello musto

Credo non ci sia cosa più brutta di parlare della propria terra in questo modo, ma nello stesso tempo credo non ci sia cosa più bella di avere ancora la forza di cantare la speranza”

di Andrea De Luca

Sabato 28 marzo è stato pubblicato on-line il brano ‘Non toccatemi il futuro’ di Antonello Musto, giovane poeta e musicista di Pietramelara, in collaborazione con Dinhard, artista emergente campano. Musiche e arrangiamenti: A. Musto. Testi: A. Musto/Dinhard. Produttore esecutivo: Gennaro Campanile. Collaboratori Video: GP Fotografi. Attore: Marco Leonardo. “Credo non ci sia cosa più brutta di parlare della propria terra in questo modo, ma nello stesso tempo credo non ci sia cosa più bella di avere ancora la forza di cantare la speranza, di gridare con la voce del popolo questa smisurata voglia del futuro! Un canto di rabbia tra i roghi e la speranza della nostra gente, della nostra terra” ha dichiarato, sul brano, Antonello Musto. Il video ufficiale è disponibile su Youtube. https://www.youtube.com/watch?v=3mhBWpunRqw&feature=share Antonello Musto è nato a Caserta il 26 maggio 1989. Poeta, cantautore, musicista. Entrato nella scena artistica ai primordi dell’adolescenza. Ha partecipato a vari concorsi nazionali, tra cui ‘Tour Music Fest di Roma’, ‘Festival della Canzone Italiana d’Autore’ diretto da Red Ronnie. Vincitore (per due anni consecutivi) del premio ‘Tavolo delle idee’ alla Reggia di Caserta, con la canzone ‘Questo mondo non è tuo!’. Nel 2007 è risultato vincitore del ‘PREMIO NAZIONALE DI POESIA AIDO’ con la poesia ‘Le ali della Vita’. Nel 2013 ha pubblicato la sua prima raccolta poetica autoprodotta ‘FIORI TRA LE MACERIE’. Nello stesso anno è entrato a far parte del Movimento nazionale dei Poeti Viandanti ed è stato inserito nell’ANTOLOGIA ‘CON-TATTI DI-VERSI’. Questa antologia è unica al mondo, perché scritta da ben cinquantuno poeti italiani e contenente dialoghi poetici tra gli stessi. Nel 2014 è stato recensito su molte riviste e blog, tra le più importanti: ‘Periodico di DE COMPORRE’ e il blog di ‘PARCO POESIA’, con una recensione di Anna Ruotolo. Nelle sue canzoni, come nelle sue poesie, emerge spesso il dolore e la rabbia verso un mondo a volte troppo crudele, senza trascurare mai quelle piccolissime sfumature di felicità, che spesso aiutano a vivere, come l’amore e la libertà. Antonello scrive – come afferma Sandra Cervone – ‘carne e sangue’, scrive con l’anima, scrive e descrive la realtà, la sbatte a terra e a volte la fa volare, a volte la prende per mano, l’accarezza, altre volte la picchia, la butta via! A volte graffia l’anima, la vende alla tristezza, altre volte la riconquista e l’abbraccia forte! Nel 2015 è impegnato nella registrazione della sua opera ‘musico-poetica’ dal titolo ‘SEI RONDINE E VENTO’ in collaborazione con il musicista Fabio Vetere, con una traccia dedicata a Pino Mango. Inoltre sta per incidere un disco tributo a Ivan Graziani collaborazione con il M° Antonio Galano (ex pianista di Graziani). Attualmente è in tour nei reading di poesia per il Movimento nazionale dei Poeti Viandanti di cui ne è anche Curatore. Ha appena firmato un contratto con la casa editrice Poeti&poesia e pubblicherà un libro di poesie per la fine del 2015 disponibile in tutte le librerie e online.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu