PIETRAMELARA. Case in vendita ad un euro nel borgo medioevale disabitato: l’iniziativa del Comune per…

Volontà dell’amministratori comunale è mirare non solo al recupero del borgo, ma anche al turismo: insomma “vivere il posto” seppur temporaneamente.

Incantevole il Borgo medioevale di Pietramelara, racchiuso da una cinta muraria con intorno ben 12 torri, dal tipico complesso radiocentrico il cui asse era un’antica torre longobarda. Stretti vicoli con pavimento in pietra, in nero e grigio che si sposano con i colori di lastre di ceramica disseminate lungo il percorso, quindi il verde delle piante fuori dai portoni di, purtroppo, pochi residenti. Durante il cammino si scorge una targa che ricorda il 13 marzo 1496, quando dopo 15 giorni d’assedio da parte degli Aragonesi, perirono due terzi degli abitanti ed i pochi sopravvissuti vennero venduti come schiavi. Gli invasori liberarono solo 7 famiglie che, armate di tanta buona volontà, iniziarono da lì un difficile ricostruzione. Poco dopo la comunità di Pietramelara risultava eretta in Universitas con propri statuti e notevoli poteri di pertinenza feudale. Sulla cima di tale borgo una vista mozzafiato su tutto l’Alto casertano, fino ai confini col Molise ed il basso Lazio. Ma i fatti ai giorni d’oggi registrano una desertificazione abitativa: nessuno abita più in questi ruderi. A tale scopo iniziativa dell’amministrazione va nella direzione di provare ad incentivare l’acquisto di queste case nel tentativo di ripopolare il borgo. Costo di un’abitazione? Solo un euro, cifra simbolica, almeno stando ad un bando pubblicato dal Municipio del Comune del casertano. I proprietari di queste abitazioni intenderebbero cedere tali immobili aderendo all’iniziativa e dichiarando la volontà alla cessione a tale cifra. “Vogliamo così uscire dal degrado del patrimonio immobiliare privato, così da trasformarsi in una fonte di rilancio e sviluppo per l’economia interna del Comune – per il sindaco Pasquale Di Fruscio. Vogliamo che chi sceglie di venire a visitarci, e di acquistare una abitazione nel centro storico si impegni a dare inizio, entro un certo termine, ai lavori di ristrutturazione”.

Stampa
Lascia un commento comment1 commento
  1. Aprile 22, 23:30 DOMENICO

    NE AVREI BISOGNO PER MIO FIGLIO DISABILE CHE GLI PIACE LA NATURA GRAZIE

    reply Reply this comment
mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu