PIGNATARO MAGGIORE. In casa divise da carabiniere, placche identificative dell’Arma, manette, pistole e munizioni: arrestato 61enne del posto che si spacciava per militare. Aveva già intascato alcuni milioni di euro.

l43-polizia-auto-120417063705_mediumL’uomo avrebbe intascato alcuni milioni di euro da un imprenditore del settore abbigliamento di Ercolano, spingendolo sull’ orlo del suicidio.

Identificato dalla Digos di Napoli 61enne di Pignataro Maggioretale  F. Sannino, che si spacciava per un ufficiale dei Carabinieri. Perquisito anche la sua abitazione, con il sequestro di berretti, baschi, quattro divise da ufficiale dei carabinieri, placche di identificazione dell’Arma, un paio di manette e due pistole modificate, 9 caricatori ed a centinaia di cartucce, oltre a svariata documentazione. Le indagini, coordinate dalla Procura di S. Maria Capua Vetere, proseguono per identificare altre vittime del truffatore. I reati ascritti all’uomo sono di millantato credito e detenzione di armi modificate: il 61enne avrebbe intascato alcuni milioni di euro da un imprenditore del settore abbigliamento di Ercolano, spingendolo sull’ orlo del suicidio. Era arrivato a promettere l’ aggiudicazione di appalti pubblici alle ignari vittime fingendo contatti con ipotetici avvocati di Milano ed un funzionario del Ministero delle Infrastrutture. In casa dell’imprenditore di Ercolano, invece, gli agenti hanno trovato una lettera nella quale l’ uomo manifestava l’ intenzione di suicidarsi in conseguenza della truffa subita.

Stampa

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu