SANT’ANGELO D’ALIFE / ROCCAMANDOLFI. 69 anni di matrimonio, ecco il segreto dei coniugi Del Riccio.

nonni del riccio ciminoUn’unione rara. Da invidia. Il loro segreto? Il rispetto. Un modello di amore da seguire con la speranza che prosegua per molti anni ancora.

di Federica Landolfi

Lui 89 anni, lei di sei anni più grande. Un amore che dura da 69 anni. Era il 25 novembre del 1946 quando fu celebrato il matrimonio nel piccolo comune molisano di Roccamandolfi (Is). Da quel giorno Antonio Del Riccio e Maria Carmela Cimino hanno vissuto nel segno della semplicità, dell’umiltà ma soprattutto del sacrificio. 5 figli, 4 maschi (Liberato, Mario, Domenico e Fausto) e una femmina (Angela). Oggi sono l’orgoglio e un esempio di vita anche di nipoti e pronipoti, familiari radicati non solo in Molise ma anche in provincia di Caserta che non aspettano occasione per ritrovarsi e ascoltare racconti esclusivi, aneddoti curiosi, esperienze uniche. Ogni volta è una lezione di storia e di vita. L’arzillo nonno Antonio, nato il 26 dicembre del 1926, parla con fierezza del suo passato, “ho fatto tutti i mestieri”, dice. La sua soddisfazione è però l’artigianato e si emoziona quando ripercorre gli anni in cui era un ‘maestro del legno’, ‘cuscinaro’ in dialetto molisano, “un lavoro antico – continua – tramandato da nonni e bisnonni grazie al quale ho aiutato anche tanta povera gente, ai tempi della guerra”. Nonna Maria Carmela, nata il 1 dicembre 1920, invece vive la sua vita ancora oggi dedicandosi interamente alla famiglia, un concentrato di tenerezza e saggezza. Un’unione rara. Da invidia. Il loro segreto? Il rispetto. Un modello di amore da seguire con la speranza che prosegua per molti anni ancora.

Stampa

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu