ROCCAMONFINA. Condannata l’ex sindaco Letizia Tari unitamente all’imprenditore marcianisano Grillo nell’ambito dell’inchiesta per corruzione avviata dalla Dda di Napoli.

 

roccamonfina letizia tariSiamo al 1° grado di giudizio: i Pm avevano chiesto per loro, rispettivamente, 8 e 12 anni di reclusione. Il tribunale non ha ritenuto sussistente l’aggravante della camorra, contestata al solo Grillo.

Nell’ambito dell’inchiesta per corruzione avviata dalla Dda di Napoli la Tari e Grillo sono stati condannati dai giudici del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, precisamente a 2 anni e otto mesi ciascuno tanto l’ex sindaco di Roccamonfina, Maria Cristina Tari e l’ex patron del Consorzio di pulizia Cosap, Angelo Grillo di Marcianise: la pubblica accusa aveva chiesto per loro, rispettivamente, 8 e 12 anni di reclusione. Il tribunale non ha ritenuto sussistente l’aggravante della camorra, contestata al solo Grillo, ma ha condannato Assunta Mincione, l’ex segretaria di Grillo a 4 anni e sei mesi. Assolta Alessandra Ferrante e Pasquale Valente, già scarcerato. Le richieste di condanne del pm antimafia Luigi Landolfi erano state avanzate anche per la Mincione e per Valente mentre era stata chiesta l’assoluzione per la Ferrante.

Stampa

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu