SAN POTITO SANNITICO. Prosegue la campagna di screening con test rapidi ai cittadini residenti: fino ad ora tutti negativi.

Il sindaco ha intanto comunicato che i tamponi effettuati sulle persone a stretto contatto con il caso positivo sono risultati tutti negativi.

Dopo la prima positività registrata al coronavirus nel centro matesino di San Potito Sannitico (l’assessore Isabella Navarra, ndr), si è dato avvio ad una campagna di screening sulla popolazione residente, a cominciare dalle categorie ritenute più a rischio. Attività che sta proseguendo con regolarità in base ad un preciso calendario. Sono stati effettuati test rapidi a tutti i tecnici che hanno frequentato il Comune negli ultimi 15 giorni, ai membri della Protezione Civile che hanno svolto attività sul territorio e all’assistente sociale: fortunatamente sono risultati tutti negativi. Sono altresì in corso verifiche mirate tramite tamponi. Al riguardo, il Sindaco Francesco Imperadore ha voluto precisare che “Sono molto fiducioso perché i primi riscontri stanno dando tutti esito negativo, ad ogni modo, partirà uno screening di massa tramite test rapido su base volontaria. Resta fermo, in ogni caso, lo scrupoloso rispetto delle prescrizioni sanitarie: dobbiamo imparare a convivere con il virus, con un stile di vita responsabile, ogni comportamento imprudente potrebbe danneggiare non solo noi stessi ma l’intera comunità”.

Ed ecco gli orari dei test sierologici prenotati. Visto anche l’elevato numero di prenotazioni ricevute, ha fatto sapere il municipio matesino, e il limitato numero di test disponibili, saranno in ogni caso considerate prioritarie all’interno di ogni nucleo familiare le seguenti categorie di persone:
– Operatori delle attività commerciali;
– Lavoratori che si recano fuori dal territorio comunale;
– Soggetti a rischio per altre patologie, immunodepressi e persone anziane.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu