SAN POTITO SANNITICO. Tra inno nazionale e inno a San Potito ufficialmente inaugurato il Polo Scolastico di località Beneficio.

“In entrambi le consiliature regionali, Caldoro e De Luca – ha precisato il sindaco Imperadore – nonostante le difficoltà che non sono state poche abbiamo trovato sempre la massima disponibilità e collaborazione. La tenacia di una bella squadra ci ha portati a questo meraviglioso risultato”.

di Adele Consola

Ufficialmente inaugurato il Polo Scolastico di località Beneficio. Lo scorso sabato, 25 novembre, l’Amministrazione Imperadore ha accolto numerosissimi ospiti per scoprire la pietra commemorativa dell’evento e tagliare il nastro all’interno del gruppo di strutture realizzate per i ragazzi di San Potito Sannitico. E proprio ai giovani è dedicata la massima di Nelson Mandela incisa sul marmo: “Una buona testa e un buon cuore sono una combinazione formidabile, ma quando ci aggiungi una lingua o una penna colta, allora hai davvero qualcosa di speciale”. Ad intervenire il sindaco Francesco Imperadore, il Vescovo della Diocesi Alife-Caiazzo Mons. Valentino Di Cerbo; il neopresidente della Provincia di Caserta Sergio Magliocca, il consigliere regionale Giovanni Zannino, il consigliere regionale Gianpiero Zinzi, il commissario straordinario del Parco Regionale del Matese Umberto De Nicola e a chiusura un emozionante intervento della dirigente scolastica Patricia Rossella Migliore. Sono intervenuti, inoltre, tutti i sindaci dell’Alto Casertano, i loro delegati, il Maggiore dei Carabinieri Falso e il Maresciallo Campanie. I ragazzi protagonisti. Questo ha voluto il sindaco Francesco Imperadore che pregando tutti di essere sintetici per dare spazio ai bambini ha però non tralasciato di spiegare tutti i passaggi a partire dal 15 gennaio 2015 quando, cioè, fu approvato il progetto definiticvo della cittadella che si estende su circa 2mila metri di superficie. L’Amministrazione Imperadore, infatti, sia del primo che del secondo mandato, ha il merito tra le altre cose di essere riuscita a non perdere i fondi nel passaggio di poltrona che ha visto subentrare all’ex governatore della Regione Campani Stefano Caldoro, l’attuale presidente Vincenzo De Luca. “In entrambi le consiliature regionali, – ha precisato Imperadore – io e la mia squadra, fatta di consiglieri, assessori e tecnici, nonostante le difficoltà che non sono state poche abbiamo trovato sempre la massima disponibilità e collaborazione. La tenacia di una bella squadra ci ha portati a questo meraviglioso risultato”. Un momento di festa che ha visto protagonisti i canti e le poesie preparate dai più piccoli potitesi che oltre l’Inno Nazionale con tanto di bandierine tricolore dritte al cielo hanno riservato all’occasione una vera chicca: l’inno a San Potito sannitico, scritto da una maestra scomparsa, e una poesia che con colorite parole in dialetto invita tutti a fermarsi a San Potito Sannitico prima di andare sul Matese.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu