SANT’ANGELO D’ALIFE. Anche in città non vengono pagati gli stipendi ai lavoratori del locale cantiere dei Servizi Ambientali: agitazione dei sindacati che scrivono alla società ed al Comune interessato.

sant'angelo d'alife comuneGli stessi chiedono al Sindaco Vittorio Folco l’applicazione immediata dei poteri sostitutivi per l’inosservanza contrattuale della società, allo scopo di consentire il pagamento diretto e ad horas ai lavoratori.

Ecco la nota a firma del sindacato Flaica Uniti C.U.B.

Oggetto: richiesta applicazione poteri sostitutivi; La Flaica CUB Caserta, nel stigmatizzare il comportamento aziendale della Giemme Ambiente S.r.l., che persegue nell’inadempienza al puntuale pagamento degli stipendi ai lavoratori del cantiere dei Servizi Ambientali di Sant’Angelo d’Alife, visto i numerosi inviti rimasti inevasi, considerata la drammatica condizione economica che vivono ogni mese i nuclei familiari dei lavoratori, chiede al Sindaco, dott. V. Folco, l’applicazione immediata dei poteri sostitutivi per l’inosservanza contrattuale della società, allo scopo di consentire il pagamento diretto e ad horas ai lavoratori. Si rappresenta che senza un rapido riscontro, la scrivente Flaica CUB, declinerà ogni responsabilità per la probabile proteste spontanee dei lavoratori che esasperati hanno già manifestato l’intenzione di attivare clamorose forme di lotta. In fiduciosa attesa di un rapido riscontro la O.S. si riserva di rivolgersi alle autorità competenti per addivenire alla risoluzione del contratto e per il rispetto di quanto previsto in materia di Responsabilità Solidale.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu