Solopaca. Prometteva posti di lavoro al Ministero della Sanità in cambio di soldi: torna in libertà il 68enne pensionato.

news_foto_19918_carabinieri_cerreto_sannita_controllo

L’uomo era stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita nel piazzale di un centro commerciale a San Salvatore Telesino dopo aver ritirato dalle due vittime 350 euro a testa.

Il 68enne pensionato accusato di aver venduto posti di lavoro al Ministero della Sanità ed alla Camera dei Deputati torna a casa. L’uomo si è giustificato delle sue azioni poichè era in gravi difficoltà finanziarie, e si è anche scusato per quanto combinato: ha ammesso di aver intascato complessivamente 2800 euro da due persone alle quali aveva promesso un posto di lavoro all’Asl come impiegato e un altro all’ufficio stampa di Montecitorio.  L’uomo aveva addirittura con se degli stampati pronti all’uso, compilati con le generalità degli interessati e l’indicazione di quanto avrebebro percepito di stipendio. La sua confessione ai carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita, che lo avevano portato all’arresto nei giorni scorsi, nel piazzale di un centro commerciale a San Salvatore Telesino dopo aver ritirato dalle due vittime 350 euro a testa, con l’accusa di millantato credito e truffa, ha consentito di sisporre per lui della semi libertà. Assistito dagli avvocati Vincenzo Sguera e Pellegrino Cavuoto, il pensionato è comparso ieri mattina dinanzi al GIP, giudice per le indagini preliminari, Flavio Cusani: al termine dell’udienza di convalida il giudice gli ha revocato la misura dei domiciliari, alla quale era sottoposto, e lo ha rimesso in libertà.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu