SPARANISE / S. MARIA C.V. La crisi del settore agricolo, tra costi alle stelle e prezzo minimo di produzione: cosa chiedono al Governo. Parla una imprenditrice.

Noi abbiamo le organizzazioni sindacali: ha visto se ce n’è uno qua? I consumatori dovrebbero essere messi bene al corrente di questo che sta succedendo. Noi non riusciamo a raggiungere neppure il prezzo minimo di produzione dei nostri prodotti”. VIDEO.

Ecco la titolare dell’azienda agricola biologica “Le Margherite” che da Sparanise produce ortaggi, non solo per i mercati nazionali ma anche esteri.

La crisi nel settore agricolo, avvertita dapprima con lo scontro con la camorra del luogo: “noi mai voluto sottostare a nessuna coercizione – ammette l’imprenditrice. Quindi i primi scontri con la criminalità locale, ma siamo riusciti, con l’aiuto della lege, a superare questo scoglio”.

“In questa globalizzazione siamo penalizzati tantissimo . ammette. Perchè noi non possiamo fare un prezzo giusto per i nostri prodotti, abbiamo l’importazione dall’estero di prodotti non garantiti, perchè negli stati non UE non controlli e leggi che abbiamo noi in Italia“.

“Non riusciamo più a competere coi nostri prodotti: dobbiamo o svendere o zappare. I consumatori dovrebbero essere messi bene al corrente di questo che sta succedendo, perchè loro mangiamo del prodotto credendo che sia italiano, garantito, sano, quando poi è un prodotto, con la disonestà anche di commercianti italiani, che vanno all’estero, comprano e portano in Italia senza nessuna garanzia”

Io vendo l’insalata a 18 centesimi, vai al supermercato e la trovi ad 1 euro, 1 euro e 20 a piede: mi dice lei cosa possono pensare. E noi con 18 centesimi non riusciamo a coprire neppure i costi di produzione. Tra gasolio alle stelle, la bolletta elettrica che si è triplicata e la manodopera… raccogliamo, insomma, per diminuire il danno. Il Governo nn sta facendo proprio niente”.

Guarda qui il VIDEO

Stampa
Lascia un commento comment1 commento
  1. Marzo 27, 17:29 Domenico La Peruta

    Eh, però se fanno guidare il trattore da un bambino o da qualche immigrato clandestino… è logico che le cose non vadano bene! Ma ditemi un po’, qual è il problema? Ma si tratta di soldi? Purtroppo i soldi sono finiti, la crisi ci sta un po’ da tutte parti, ma non per questo uno se la dovrebbe prendere. Piuttosto ci si dovrebbe rimboccare le mani e cercare di riuscire ad arrivare a fine mese. Purtroppo sono tempi difficili, con chi ce la vogliamo prendere. In genere però dopo il cattivo tempo esce il sole, quindi non disperatevi, prima o poi verrà anche per voi Babbo Natale. Auguro a tutti di trascorrere una bella giornata ed un buon fine settimana. A pasquetta non correte con la macchina o con il trattore, a seconda dei casi, e soprattutto non esagerate con il vino. Auguri!

    reply Reply this comment
mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu