TORA E PICCILLI. Scuola vietata a due gemelline disabili: litigano Comune ed Ambito sulla competenza del servizio. L’amministrazione offre 500 euro affinchè la famiglia provveda da sè. Tra tante difficoltà e disservizi succede anche questo.

trasporto-disabiliDa qualche giorno l’Ambito di competenza, lo C03, ha sospeso i servizi prestati dalla cooperativa sociale «Lavoro per la salute» perché un servizio non più di competenza, passato al Comune.

A due gemelline del piccolo centro casertano di Tora e Piccilli  sarebbe stata vietata la frequentazione della scuola poichè ci sarebbero incomprensioni tra due istituzioni sulla ripartizione dei costi. Le due piccole allieve frequentano la classe prima della scuola primaria, quindi hanno poco più di sei anni di età. Loro sono Amalia e Giusy, tra l’altro gemelle ma purtroppo nate con un handicap: sono costrette, difatti, a spostarsi solo grazie all’ausilio di una sedia a rotelle e sono costrette a prendere ogni mattina un pulmino attrezzato per trasporto disabili. Ma se fino Fino a dieci giorni fa l’assistenza era garantita: il bus si fermava sotto casa loro per accompagnarle a scuola ma da qualche giorno l’Ambito di competenza, lo C03, ha sospeso i servizi prestati dalla cooperativa sociale «Lavoro per la salute» perché non era competenza del gruppo di comuni dell’Ambito. Pare che la competenza fosse passata all’ente locale, quindi il Comune di Tora e Piccilli che, per mancanza di fondi, non è riuscito a garantire il servizio. Pare che l’amministrazione comunale avesse offerto la somma, irrisoria, di 500 euro, affinché la famiglia provvedesse da sè. Ma vi è da registrare non solo il danno per la famiglia, ma anche la beffa: difatti il dirigente scolastico del plesso dove le bambine vanno a scuola ha scritto ai genitori invitandoli a portare le allieve a scuola, giacchè da giorni non la frequentano più.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu