Caserta / Provincia. Tutte le imposte e tasse sospese ed i contributi ai settori colpiti dal covid nel Decreto Ristori Quater.

Rinviata inoltre a marzo 2021 la scadenza dei pagamenti per la Rottamazione ter ed il saldo e stralcio relativi alle rate scadute nel 2020.

Continua l’emergenza dovuta alla pandemia da covid ed il Governo centrale interviene con un’altra misura, il Decreto Ristori Quater, che prevede delle misure per tutte le categorie produttive. Ecco tutti gli interventi:

– E’ stato rinviato al 30 aprile 2021 i versamenti del secondo acconto dell’Irpef, dell’Ires e dell’Irap per le partite iva e le imprese che nel 2019 hanno conseguito ricavi fino a 50 milioni e subito una perdita di almeno il 33% rispetto al primo semestre 2019, nonché per i soggetti che operano nei settori economici individuati dal Decreto Ristori Bis e i gestori di ristoranti nelle zone arancioni.

– E’ stato sospeso il versamento delle ritenute, dell’Iva e dei contributi previdenziali di dicembre, sempre per le aziende e i professionisti. La sospensione si applica anche a tutte le attività economiche che sono state chiuse con il Dpcm del 3 novembre, a quelle oggetto di misure restrittive con sede nelle zone rosse, ai ristoranti nelle zone arancioni e rosse, a tour operator, agenzie di viaggio e alberghi nelle zone rosse.

– E’ stata, inoltre, rinviata al primo marzo 2021 la scadenza dei pagamenti per la Rottamazione ter ed il saldo e stralcio relativi alle rate scadute nel 2020.

– Per il turismo e lo spettacolo viene prevista una nuova indennità di 1.000 euro per gli stagionali del turismo, degli stabilimenti termali e dello spettacolo, e per gli intermittenti

– Sono stati, ancora, destinati ulteriori 90 milioni di euro per il fondo emergenze spettacolo, cinema e audiovisivo e ulteriori 10 milioni al fondo per agenzie di viaggio e tour operator, nonché guide e accompagnatori turistici.

– Viene rifinanziato di 92 milioni di euro il fondo per le Associazioni sportive e viene prevista un’indennità di 800 euro per i lavoratori sportivi.

– Viene anche rifinanziato con 350 milioni di euro per il 2020 il fondo per i ristori delle perdite subite dal settore delle fiere e dei congressi.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu