VALLE AGRICOLA. La pensione direttamente a casa: se ne occupano i carabinieri di portarla ad una coppia di coniugi purtroppo positivi al covid.

Servizio possibile grazie ad una speciale Convenzione stipulata tra l’Arma dei Carabinieri e le Poste Italiane.

La pensione direttamente a casa: un servizio possibile grazie ad una speciale Convenzione stipulata tra l’Arma dei Carabinieri e le Poste Italiane. Ed a due vecchietti di Valle Agricola, una coppia di coniugi, lui di 83 anni e lei 78enne, impossibilitati a recarsi presso il locale Ufficio anche perchè, purtroppo, entrambi positivi al covid, ci hanno pensato i militari a raggiungere la struttura pubblica e ritirare, per loro, l’attesa pensione recapitandola, poi, direttamente preso il loro domicilio. In particolare, si sono occupati del servizio William Salvatore, Maresciallo Capo Comandante della Stazione Carabinieri di Ailano, competente per territorio (Ailano, Raviscanina, Valle Agricola), ed il collega appuntato Giuseppe Cambio. Presenti anche il sindaco di Valle Agricola, Rocco Landi, e la consigliera comunale Francesca Aurecchia: “Da parte mia, in qualità di sindaco, un ringraziamento speciale va all’Arma dei Carabinieri ed, in particolare, ai militari intervenuti, proprio in questi momenti dove la cittadinanza sta vivendo un periodo difficile, in quanto ad oggi abbiamo 10 positivi, tra cui anche persone anziane e, come queste, essendo sole, non hanno chi li può aiutare, sia nelle faccende comuni, quali quelle di andare a prendere le medicine, a fare la spesa o altro. Si aggiunge, quindi, questo servizio fatto dai Carabinieri, quello di andare a ritirare la pensione alla Posta. Vorrei ringraziare loro anche perchè hanno avuto un gesto di umanità che sotto Natale fa ben sperare: è bello soprattutto il fatto che gli è stato regalato un panettone“. Da rammentare che lo stesso Municipio si sta occupando, in questi giorni di pandemia, di far recapitare a chi ne ha bisogno, ed anche ai due arzilli vecchietti appunto, tutto quanto si necessita: a cominciare dalla spesa per la casa ma anche le bombole di ossigeno, i medicinali, preoccupandosi anche di far dapprima redigere la necessaria prescrizione medica presso il medico curante. Infine, nel Calendario Storico dell’Arma, che il maresciallo puntualmente regala al primo cittadino, è presente nella pagina relativa al primo mese dell’anno, gennaio, un trafiletto nel quale si parla proprio delle quotidiane azioni che stanno portando avanti i carabinieri, quelle di combattere questo nemico invisibile, il covid appunto, anche con questi semplici gesti, come quello di oggi appunto.

Stampa
Lascia un commento comment1 commento
  1. Dicembre 02, 13:27 Giovanni Pezzullo

    Un bellissimo gesto di persone buone e intelligenti !
    Siete dei veri Angeli !!!! Grazie di Cuore

    reply Reply this comment
mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu